Giovedì, 27 Febbraio 2020

    Cambiare nome alla città: "Artisti Uniti per Taranto" si dissocia dalla proposta di referendum

    In riferimento alla proposta del referendum consultivo riguardante il cambio di denominazione della città da “Taranto” in “Taranto Taras”, indetta dal comitato referendario Taranto Futura, “Artisti Uniti per Taranto” «si dissocia nella maniera più assoluta da questa iniziativa arbitraria che nulla ha a che vedere con il progetto di cui è titolare».

    A parlare è Marco De Bartolomeo, presidente del comitato che ha pensato, studiato ed ideato insieme ai suoi più validi collaboratori il già noto progetto di riconversione industriale "Taranto, la città spartana". Un'intuizione la sua che contempla già un brand con un marchio registrato alla Camera di Commercio e fruibile gratuitamente da chiunque voglia utilizzarlo, un piano marketing territoriale, l'implementazione infrastrutturale, ricettività e grandi eventi culturali per la città.  
    «C'è tutto ciò che occorre per un futuro alternativo puntando al turismo. - spiega De Bartolomeo- Si tratta di un progetto democraticamente condiviso da tante parti sociali della città, dalle aziende agli ordini professionali».
    Indietro nel Futuro. Ripartire dal mito di Sparta insomma per costruire un futuro che sia lontano il più possibile dall'immagine di Taranto come città dell'acciaio.
    Prende dunque le distanze dalle recenti dichiarazioni dell'avvocato Russo giudicandole «prive di ogni fondamento. Siamo stati tirati in ballo dall'avvocato senza neppure saperne niente. Preferisco evitare di alimentare polemiche- commenta De Bartolomeo- che non avrebbero alcun motivo di esistere. Sono un cittadino innamorato della mia Taranto e dopo due anni di studio ho voluto dare il mio contributo per la riscoperta di questa nostra terra. Il resto non mi interessa». 

    Intanto è già in programma per il prossimo 2 settembre alle ore 21:30 allo Yachting Club un nuovo appuntamento per la presentazione del progetto "Taranto, Città Spartana", di cui si è fatto promotore il comitato "Artisti Uniti per Taranto". 

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati