Mercoledì, 23 Settembre 2020

    Consiglio fabbrica Mittal, sindacati: "Ora assemblee per decidere prossime iniziative di mobilitazione" In evidenza

    "Inevitabile l'avvio di un programma di assemblee per poter affrontare e discutere sulle prossime iniziative di mobilitazione e che ci vedrà assumere la sola ed unica forma di protesta che revocheremo esclusivamente nel momento in cui il Governo italiano fornirà ai lavoratori risposte certe sul futuro occupazionale ad ambientale". Ad annunciarlo in una nota sono le organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm, al termine del consiglio di fabbrica delle Rsu di ArcelorMittal.

    "Trattative Governo-azienda in stanze chiuse senza lavoratori e sindacati"

    "Continuiamo ad assistere a trattative in stanze chiuse tra Governo ed azienda con l'esclusione sistematica dei lavoratori e delle loro rappresentanze sindacali, lasciando materialmente nelle mani della multinazionale la gestione scellerata della fabbrica, senza invece fare ciò che un'istituzione responsabile avrebbe dovuto fare: la verifica e l'applicazione dell'unico accordo ad oggi vigente, quello del 6 settembre 2018".
    "Necessario un tavolo di confronto del prefetto con gli organi di vigilanza"
    "All'interno della fabbrica permane uno stato critico e di abbandono degli impianti che mette a serio rischio la sicurezza e l'incolumità dei lavoratori per la quasi totale assenza di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Necessario - aggiungono i sindacati - l'attivazione di un tavolo di confronto da parte del prefetto di Taranto per assumere il coordinamento attraverso una forte azione istituzionale che coinvolga gli organi di vigilanza quali Arpa, Ispettorato del Lavoro, Inail, Spesal, per porre la parola fine alle precarie condizioni di sicurezza impiantistiche".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati