Mercoledì, 03 Marzo 2021

    Mascherine a tutti i tarantini, consegne a partire dal 5 ottobre In evidenza

    Mancano pochi giorni all’invio a domicilio del set di mascherine che l’amministrazione Melucci, grazie alla collaborazione con Poste Italiane, ha voluto per ogni famiglia tarantina.


    Dal prossimo 5 ottobre, Poste Italiane, con la quale da diversi mesi è in piedi una proficua collaborazione, presterà gratuitamente questo servizio consegnando in ogni cassetta postale di Taranto i dispositivi di protezione individuale, acquistati dal Comune nell’ambito delle misure previste dalla delibera 108/2020 dello scorso maggio, voluta dal sindaco Rinaldo Melucci per favorire la ripresa socio-economica del territorio.


    La distribuzione delle mascherine sarà effettuata dal personale di Poste Italiane, che inserirà i plichi all’interno delle cassette postali. Per questo motivo è assolutamente necessario che ogni nucleo familiare sia dotato di cassetta per la posta funzionante, con il nominativo ben visibile, è importante garantirne anche l’accessibilità, chiediamo quindi di verificare che le indicazioni sul campanello siano chiare e leggibili.


    Le modalità da adottare in caso di mancata consegna saranno comunicate dal Comune in seguito. In nessun caso, tuttavia, bisognerà recarsi agli uffici postali territoriali o presso i centri di recapito per ritirare il plico. Questo è essenziale per consentire il corretto e ordinato svolgimento delle operazioni e, al tempo stesso, per contenere la diffusione del virus Covid-19.


    «La distribuzione di questi dispositivi di protezione è un piccolo, ma significativo, segnale di vicinanza che l’amministrazione offre ai cittadini – le parole del sindaco Melucci –, ma soprattutto ha un valore didattico perché ci consente di ricordare a tutti quanto sia importante l’uso delle mascherine per contenere il rischio da contagio, insieme al distanziamento sociale e al frequente lavaggio delle mani. Ma questa sinergia, per la quale voglio ringraziare i vertici di Poste Italiane, rappresenta anche un virtuoso esempio di cooperazione tra un ente locale e una delle più importanti aziende del Paese».

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati