Mercoledì, 03 Marzo 2021

    Festa di Santa Cecilia: le iniziative nella cattedrale di Taranto

    La giornata del 22 novembre è molto significativa per i tarantini. La festa di Santa Cecilia sarà ovviamente in formato ridotto a causa della pandemia da coronavirus, ma la Diocesi ionica celebrerà a dovere questa ricorrenza.

    In cattedrale spazio a musica e poesia

    Nella cattedrale di Taranto ci sarà “la prima squilla”. In segno di vicinanza e di comunione con tutti i tarantini, specialmente coloro che risiedono fuori Taranto, e all’alba di domenica 22, sarà diffusa per non rinunciare all'atmosfera di speranza, per aprire nel calore delle nostre famiglie la strada per il santo Natale tutto tarantino. Prima ci sarà il saluto dell'arcivescovo di Taranto Filippo Santoro seguito da quello del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, quindi avrà luogo la preghiera della benedizione dei musicanti presieduta dal parroco di san Cataldo, don Emanuele Ferro. Sarà quindi il momento delle pastorali eseguite dalla grande orchestra di fiati santa Cecilia diretta dal maestro Giuseppe Gregucci, perché nelle case arrivino le immagini e i suoni del Natale più lungo del mondo. La preghiera è preceduta da una poesia in dialetto tarantino di Cataldo Sferra dedicata al giorno di Santa Cecilia e declamata da Giovanni Guarino. Presta servizio alla funzione la confraternita di San Cataldo.

    Alle 18 la messa dell’arcivescovo Santoro

    A partire dalle ore 5, stando a quanto riferito in una nota stampa da Don Emanuele Ferro, sulla pagina Facebook della basilica cattedrale di San Cataldo ci si connetterà per ascoltare le pastorali e vedere la cattedrale. Alle ore 18 spazio avrà luogo, sempre nella cattedrale di Taranto, la santa messa celebrata dall’arcivescovo Filippo Santoro. I fedeli potranno prendervi parte in maniera contingentata, rispettando nel norme sul Covid-19.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati