Piazza Icco: inaugurata la nuova area parcheggio In evidenza

Mercoledì, 18 Maggio 2016 06:15

Da mercato prima, area degradata poi, oggi Piazza Icco diventa un parcheggio. Certamente la realizzazione di 108 nuovi posti auto in una zona di così intenso traffico cittadino e di alta densità commerciale sono un respiro in più per gli automobilisti.

A conclusione dei lavori di riqualificazione, l’area dell’ex mercato Icco è stata aperta e inaugurata dal Sindaco di Taranto Ippazio Stefàno.
«La nuova area di parcheggio si colloca su uno snodo strategico della città – spiega il primo cittadino –caratterizzata da un’alta densità della popolazione e da molte attività commerciali. Si è reso, pertanto, indispensabile intervenire su uno spazio cittadino per abbattere quelle baracche fatiscenti e dare nuova dignità a quest’area, già da tempo adibita a parcheggio ma in condizioni di precarietà».
Il recupero e la riqualificazione dell’area rientrano negli interventi previsti nel programma di attuazione delle opere pubbliche e rispondono, pertanto, «alla volontà di migliorare la viabilità e la vivibilità cittadina».
L’area dell’ex mercato Icco è stata interessata da opere di valorizzazione e di adeguamento infrastrutturale, di rifacimento dei marciapiedi e pubblica illuminazione. Sono stati installati un impianto di videosorveglianza e un sistema per l’accesso e il deflusso delle auto con sbarramenti automatici e conteggio dei posti auto.
«Questa consistente disponibilità di posti auto concorrerà a determinare condizioni più agevoli al commercio della zona e al contrasto del fenomeno della doppia fila. Con l’apertura di questo parcheggio- conclude il Sindaco- raggiungiamo la copertura di oltre 380 posti auto tra i parcheggi conclusi e quelli in fase di ultimazione, dislocati su 5 aree cittadine e precisamente via Pacoret, ex mercato coperto, via Latterini a san Vito, la sede dell’arena artiglieria in via Leonida, includendo anche questo di via Icco».
La gestione del parcheggio è affidata all’Amat.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultime notizie

Seguici su

Go to top