Domenica, 19 Novembre 2017

    A Taranto la Commissione Ue per l'Ambiente. Il Sindaco: «chiediamo trasparenza e tutela della salute»

    Una delegazione di eurodeputati della Commissione per l’Ambiente, la Sanità Pubblica e la Sicurezza alimentare (ENVI) del Parlamento europeo è a Taranto questa mattina, giovedì 14 luglio, per incontrare le autorità locali e approfondire le problematiche e i recenti sviluppi legati all'impatto dello stabilimento industriale dell'Ilva sulla salute dei cittadini e sull'ambiente.

    Dopo l'incontro a Roma, mercoledì 13 luglio, col Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Gian Luca Galletti, nella mattinata di giovedi 14 luglio gli europarlamentari erano attesi in Prefettura, a Taranto.
    «Col Ministro Galletti abbiamo evidenziato le perplessità sul decimo decreto Ilva. -fa sapere Piernicola Pedicini, europarlamentare del Movimento 5 Stelle- Il Ministro ha sottolineato il fatto che ci sarà un'attenzione maggiore alla parte ambientale. Noi non ci fidiamo di queste parole, anche perché la tutela dell'ambiente é stata comunque derogata di altri 18 mesi. Quindi, siamo molto scettici e siamo qui a Taranto per conoscere da vicino tutte le questioni, per tirarne le somme e farle presenti anche alle istituzioni europee».
    Dopo il saluto del Prefetto Umberto Guidato, é avvenuto l'incontro con il sindaco di Taranto Ippazio Stefano. «È un fatto molto positivo che la commissione ambiente dell'Unione Europea sia venuta a Taranto ad ascoltare le istituzioni. -ha riferito Stefàno- Ho chiesto che le nuove leggi italiane in merito al limite degli inquinanti siano adeguati  ai limiti imposti dall'organizzazione mondiale della sanitá, che sono molto più a tutela dei cittadini. La prima regola da rispettare é la trasparenza: abbiamo il diritto di conoscere lo stato degli interventi attuati a tutela dell'ambiente e della salute. Vogliamo conoscere qual é il futuro dell'industria e dei lavoratori». A detta del sindaco, «c'é grande interesse sulla questione sanitaria. Ho ricordato -dice il primo cittadino- che Taranto é la cittá cenerentola della nostra Regione. Abbiamo meno posti letto negli ospedali e 2000 lavoratori in meno nella nostra Asl, rispetto alle altre città della Puglia. Questo è un problema che deve essere assolutamente risolto». Sul decimo decreto Ilva, il sindaco dice: «non l'ho ancora letto ma in audizione alla Camera ho insistito perché ci fosse una cabina di regia che potesse informare la città sul rispetto del cronoprogramma».
    A seguire, un confronto con una delegazione dell'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa Puglia) e con il direttore generale della Asl di Taranto Stefano Rossi. «Abbiamo illustrato tutto quello che l'Asl fa in termini di monitoraggio, screening e aggiornamento del registro tumori. -riferisce il Direttore Generale della Asl di Taranto Stefano Rossi- I problemi rimangono sullo sfondo e non potranno certamente essere risolti dalla Asl. Mi é anche stata fatta la domanda per capire se il piano di riordino ospedaliero in qualche modo poteva incidere sulle patologie oncologiche ma abbiamo chiarito che é invece assolutamente in linea con le esigenze oggi avvertite. Sull'attività di screening e monitoraggio, mi sembra che la commissione abbia apprezzato il gran lavoro fatto nel corso degli anni. Abbiamo anche lanciato un grido di allarme: per Taranto ci vuole un intervento normativo ordinario che consenta all'Asl di assumere medici, infermieri per affrontare questa emergenza epidemiologica che consegue a quella ambientale». La commissione Envi ha incontrato poi anche le associazioni ambientaliste di Taranto: Legambiente Taranto, Wwf Taranto, Peacelink, Legamjonici, Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti e Taranto Lider.
    Infine, anche le organizzazioni sindacali di Fim-Cisl , Fiom-Cgil, Uilm-Uil, Usb sono state invitate al confronto. La commissione, nel pomeriggio visiterà lo stabilimento Ilva ed incontrerà i commissari straordinari. Nella giornata di Venerdì 15 luglio la delegazione si sposterà a Bari, dove è previsto un incontro con il presidente della Regione Puglia , Michele Emiliano.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    dolci_gusti.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    cpnneus.jpg
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati