Giovedì, 23 Novembre 2017

    Porto di Taranto: Presidente e Sindacati a confronto In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Confronto serrato quello svolto nella mattinata di oggi tra il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, Sergio Prete, i Segretari Generali Confederali Cgil, Cisl e Uil e i rispettivi Segretari Generali di Categoria, richiesto da questi ultimi, per focalizzare l’attenzione sulle diverse problematiche in atto.

    L’analisi è partita con una valutazione analitica sulle procedure attuative per la costituzione dell’Agenzia per il lavoro portuale. Il Presidente ha riferito che è «in via di definizione la nuova procedura amministrativa per l’individuazione dell’amministratore dell’Agenzia, che consentirà la piena operatività della stessa».
    Al riguardo, è emerso che «sono in corso di formalizzazione gli atti perché i ritardi dovuti alla costituzione dell’Agenzia non incidano sul periodo complessivo di durata della stessa. I 36 mesi, cioè, decorreranno da quando se ne acquisirà la piena operatività con l’effettiva assunzione in carico dei lavoratori».
    Un ulteriore aspetto ha riguardato la possibilità di richiedere l’estensione dell’ambito di operatività del sistema protettivo dei livelli occupazionali (c.d. clausola sociale) a tutte le attività, comunque, riconducibili all’ambito portuale. «Anche per tale aspetto, - fanno sapere i sindacati- i è registrato l’impegno del Presidente dell’ADS ad operare in tal senso».
    Nelle more, i Sindacati hanno sollecitato l’immediato avvio della fase formativa diretta ai lavoratori della ex TCT, che assume grande rilievo in quanto diverse e complesse saranno le professionalità richieste per affrontare la nuova fase di sviluppo che interesserà il Porto di Taranto. Le stesse saranno tali da determinare una forte azione di riconversione delle maestranze. «Per tali motivazioni, si è convenuto di richiedere l’immediata attivazione del tavolo regionale deputato all’impostazione del progetto formativo in modalità congiunta con le Organizzazioni Sindacali, aspetti, questi che saranno formalizzati dal Presidente dell’Autorità Portuale di Sistema con carattere di urgenza».
    Si è registrato anche come «il completamento delle opere di infrastrutturazione procede secondo i relativi cronoprogrammi e che, entro il mese di luglio, verranno consegnati ulteriori 600 mt della banchina del Molo Polisettoriale. Dragaggi dei fondali e strutturazione della cassa di colmata rappresentano i prossimi appuntamenti».
    Da ultimo, sempre il Presidente ha comunicato che «si sono registrate diverse manifestazioni di interesse per la richiesta di rilascio della concessione del Terminal, la cui definizione si prevede possa concludersi entro il prossimo mese di settembre».
    Le Organizzazioni Sindacali, nell’esprimere il proprio apprezzamento per l’attività svolta, hanno manifestato «notevole preoccupazione per l’attuale livello dei traffici» ed hanno chiesto al Presidente «di accelerare le procedure per l’attivazione di tutte le opportunità che siano suscettibili di aprire il terminal al traffico delle merci attivando tutte le opportunità, a partire dall’utilizzo della piattaforma logistica».
    Le parti si sono aggiornate, anche per la verifica dell’avvio della fase dei progetti formativi, subito dopo l’insediamento dell’amministratore dell’Agenzia Portuale.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    dolci_gusti.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    cpnneus.jpg
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati