Mercoledì, 17 Ottobre 2018

    Ilva, Fim: assetto di marcia confermato, ma i tubifici restano al palo

    Nell’incontro che le sigle sindacali hanno avuto ieri con la dirigenza dell’Ilva, l’azienda ha confermato l’assetto di marcia degli ultimi tre mesi, così come annunciato dal ministro Luigi Di Maio nell’incontro del 9 luglio scorso.

    “Bene, ma non del tutto - commenta il segretario provinciale della Fim Cisl, Valerio D’Alò -, perché se da un lato la situazione non peggiora, dall’altro non migliora per i lavoratori dell’area tubifici e laminazione, i quali restano ancora a casa”.

    “Mentre al tavolo con il management aziendale qualcuno ha auspicato una nuova proroga – prosegue D’Alò - , noi non possiamo che continuare a portare all’attenzione di tutti le condizioni di difficoltà dei lavoratori in cassa integrazione e dell’indotto in enorme sofferenza. Dei tubifici siamo in pochi a parlarne. Questo ci dispiace, ma continueremo a essere al fianco dei lavoratori fino all’ultimo minuto utile alla risoluzione della vertenza Ilva”.

    “Un incontro, quindi, senza infamia e senza lode – conclude il numero uno della Fim ionica -, al termine del quale è emersa la consapevolezza da parte del sindacato di continuare a perdere cose importanti lungo il tragitto: uno stabilimento malinconico che necessita di essere ripreso in fretta, attraverso le opportune operazioni di adeguamento ambientali ed industriali, nell’interesse dei lavoratori e delle loro famiglie, dei cittadini di Taranto e del sistema produttivo nazionale”.

    “Ci conforta sapere – sottolinea D’Alà -  che la necessità di far presto, di cui ha sempre parlato la Fim e per cui venivamo criticati, è una necessità condivisa anche dal vice premier Di Maio dal quale ci aspettiamo il massimo impegno per una risoluzione che contempli – come da lui stesso annunciato – piena occupazione e tutela della salute”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati