Domenica, 22 Settembre 2019

    Chiesta la proroga della CIGS per 530 lavoratori della Taranto Terminal Container

    Nella giornata di ieri, si è svolto presso gli uffici della provincia di Taranto "Agenzia del Lavoro" la consultazione per la richiesta di proroga della CIGS per 530 unità lavorative e per la durata di 12 mesi a partire dal 28 maggio, impiegati presso la Taranto Container Terminal Spa. 

     

     

    I Sindacati, dopo una lunga consultazione, hanno concordato di chiedere la proroga dell'intervento di CIGS per la ristrutturazione aziendale iniziata il 28 maggio del 2012 a seguito del processo di infrastrutturazione connesso agli investimenti pubblici previsti dall'accordo finalizzato allo sviluppo di traffici containerizzati nel Porto di Taranto e sino al superamento dello stato di emergenza socio economico ambientale.

    La Taranto Container Terminal Spa, dopo aver illustrato le proprie ragioni per l'allungamento dei tempi di ristrutturazione, per effetto dei ritardi nelle realizzazioni infrastrutturali di competenza della Pubblica Amministrazione, ha confermato la volontà di procedere al completamento degli investimenti programmati.

    Le parti, preso atto dell'avvenuto espletamento della procedura di richiesta di proroga si rincontreranno all'inizio della procedura per poter definire nuove intese per il rilancio delle attività del terminal in materia produttiva. 

    Le organizzazioni sindacali e l'Azienda con il supporto dell'Autorità Portuale di Taranto si sono già rivolte al Ministero del Lavoro ed al DISET, oltre che all'INPS per garantire la continuità nelle erogazioni della Cassa Integrazione Straordinaria per i lavoritori coninvolti

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati