Taranto-Vibonese 1-2: Ora c'è la matematica. Il Taranto torna in serie D

Domenica, 30 Aprile 2017 15:21

 Il Taranto torna mestamente in serie D dopo appena un campionato di lega pro.

Giusta la retrocessione diretta per una squadra tecnicamente mediocre e senza la giusta personalità per disputare certi tipi di campionati.
Oggi ad espugnare lo Iacovone è stata la Vibonese che si è imposta per due reti a uno grazie ai gol, entrambi nel primo tempo, di Sowe su calcio di rigore e di Bubas in sospetta posizione di fuorigioco. Di Viola la rete dei rossoblù allo scadere della gara.
È stata la sesta sconfitta consecutiva per i rossoblù, la quinta consecutiva allo Iacovone e  l'ottava delle ultime nove gare disputate.
Numeri impietosi per una squadra che aveva come minimo obbiettivo quello della salvezza anche attraverso i playout.
È stato decisamente un fallimento tecnico con dirigenti dell'area tecnica e calciatori protagonisti negativi in assoluto.

LE DICHIARAZIONI DEI DUE TECNICI

CAMPILONGO: "Risultato giusto - esordisce il tecnico campano in sala stampa - sul secondo gol posso dire che Boccadamo teneva in gioco il mio attaccante.
Stiamo completando un vero capolavoro tecnico e ci apprestiamo a disputare con fiducia i playout. Sul mio passato a Taranto voglio dire che ho incontrato tantissime difficoltà, di tutti i tipi".
In casa Taranto a parlare è il tecnico CIULLO apparso molto provato e quasi in lacrime: "Chiedo scusa a tutti per questa retrocessione. Anche oggi abbiamo steccato la gara non provando mai a impensierire l'avversario.
Non abbiamo lottato e questo mi amareggia più di tutto. Vado via domandomi ogni giorno il perché di quell'aggressione dopo che avevamo comunque ottenuto risultati importanti".

 

 

Vota questo articolo
(1 Vota)

Ultime notizie

Seguici su

Go to top