Venerdì, 16 Novembre 2018

    Il Taranto passeggia sul Manfredonia. 8-1 il risultato finale

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

     

    Il Taranto  schianta il Manfredonia battendolo per otto reti ad uno al termine di una partita spettacolare dei rossoblù.

     

    Taranto subito in vantaggio con D'angelo con un colpo di testa su calcio d'angolo battuto da Marsili.
    Nel secondo tempo show dei rossoblù che dopo il pareggio del Manfredonia  - con La Forgia - segnano ben sette reti con Favetta, Diakite (2 reti), Ancora (2reti) , Galdean e D'Agostino.
    Da notare i gol di pregevole fattura di Diakite (mezza rovesciata), Galdean (tiro  al volo da fuori area) e D'Agostino (direttamente  su calcio di punizione).
    L'unica nota negativa è l'infortunio di Ancora (da valutare le sue condizioni).
    Il Taranto  dopo questa vittoria sale da solo al terzo posto e domenica grande sfida a Potenza per una partita  di categoria superiore.

     

    MARSILI: "Contento oggi per tutto... Per la vittoria, per la mia prestazione  e per le mie 101 presenze  in rossoblù.
    Abbiamo  giocato bene e con grande attenzione per tutta la gara.
    Oggi ho giocato in difesa ed è un ruolo, quello di centrale, che posso ricoprire  bene anche in futuro".

    DIAKITE: "Non era facile  vincere in questo modo e con un avversario  che non aveva nulla da perdere quindi complimenti  a noi.
    Contento per la doppietta. Devo migliorare solo in cattiveria.
    CAZZARO':"Sono contento della prova dei ragazzi anche se nel secondo tempo siamo entrati con un'altra testa e si è visto.
    Anche a me piacerebbe giocare  con tutti e quattro gli  attaccanti  ma poi è  difficile  fare una buona fase difensiva.
    Con il Potenza dobbiamo difendere il nostro terzo posto quindi faremo la nostra partita come sempre".

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati