Venerdì, 16 Novembre 2018

    Panarelli: “A Taranto mi giocherò un pezzo della mia vita”

    By F. Calderone Agosto 28, 2018 437
    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Presentato ufficialmente alla stampa il nuovo allenatore del Taranto, Luigi Panarelli, sostituto dell’esonerato Michele Cazzarò. Presente alla conferenza anche il direttore generale del club, Gino Montella.

    Queste le prime dichiarazioni del tecnico rossoblù: “Ho accettato questo incarico con dei punti fermi, innanzitutto ho chiesto di avere le responsabilità tecniche su tutte le scelte da compiere. Ho voglia di morire e vincere esclusivamente con le mie idee e farò il possibile affinché il Taranto possa ottenere l’obiettivo della vittoria del campionato. Ritengo fondamentale essere realisti, non fare proclami, pensare partita dopo partita e rispettare i ruoli. Mi rendo conto che c’è scetticismo intorno alla mia persona, ma sarà il campo a dire se sarò capace o meno; da parte mia metterò sicuramente tanta voglia, competenza e applicazione. E’ un’opportunità da non far scappare via e ho le spalle larghe per andare avanti. Il pubblico è esigente e lo sarò anch’io con tutto il gruppo. Qui non mi giocherà un pezzo della mia carriera da allenatore, ma un pezzo della mia vita”.

    Capitolo mercato: “Ho visto la squadra finora solo da spettatore, in questi giorni valuterò i giocatori senza alcun pregiudizio e solo successivamente indicherò gli accorgimenti da fare nei vari reparti”.

    Modulo: “Penso di partire dal 4-2-3-1, ma ciò che conta saranno i principi di gioco che dovranno essere appresi dai calciatori. Do estrema importanza all’organizzazione tattica, alle palle inattive, alle marcature preventive. Occorrerà seguire la mia visione del calcio”.

    Sulle emozioni provate al momento della firma: “Caratterialmente vivo con normalità queste situazioni, in carriera mi ha sempre aiutato l’incoscienza. Sono talmente concentrato sul lavoro da svolgere che non ho tempo di provare delle emozioni. Ovviamente non ho mai negato di essere da sempre un tifoso del Taranto”.

    Panarelli fu protagonista dell’ultimo campionato vinto in D dagli ionici: “Spero sia di buon auspicio affinché possa ripetersi tutto questo. Invito tutti a non risparmiarmi nessuna critica, non voglio qualcuno di parte, ma le critiche dovranno essere costruttive perché c’è bisogno di ogni componente per uscire da questo inferno”.

    Gli atleti dovranno rispettare un regolamento etico: “I calciatori lo hanno già firmato con la società, io ne ho anche uno interno per il mio staff. Durante gli allenamenti mi aspetto tanta intensità, dovranno mettere anima e cuore e a fine gara mi aspetto da tutti la maglia sudata. Nella vita privata sanno di dover essere responsabili, ho piena fiducia in tutti fino a prova contraria”.

    Le parole del dg Gino Montella: “Auguro buon lavoro a Panarelli e ringrazio mister Cazzarò e il suo staff per il lavoro svolto. Cazzarò è un grande allenatore e amico, ma i sentimenti vanno messi da parte e bisogna guardare i risultati. E’ stato esonerato perché nonostante avesse a disposizione una rosa importante, in queste prime partite abbiamo notato mancanza di identità nella squadra e smarrimento. Gli errori sono stati commessi in buona fede, meglio intervenire prima del campionato e non dopo. Abbiamo deciso inoltre di affidare la panchina a un tecnico giovane e ambizioso di Taranto e che nel suo breve curriculum da allenatore ha già fatto vedere grandi cose. Non è stata assolutamente una scelta al risparmio, visto che il presidente ha cambiato anche tutto lo staff tecnico”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati