Venerdì, 19 Ottobre 2018

    Panarelli e Manzo concordi: “Calati vistosamente sotto l’aspetto fisico”

    By F.Calderone Settembre 16, 2018 377
    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Il tecnico del Taranto, Luigi Panarelli, non può ovviamente essere pienamente soddisfatto del risultato finale e giustifica così la brutta ripresa disputata dai suoi giocatori: “Nel primo tempo abbiamo fatto un’ottima prestazione e avremmo potuto realizzare anche altre due-tre reti. Poi nella ripresa c’è stato un vistoso e netto calo fisico ed è su questo che occorrerà lavorare. Avremmo sicuramente dovuto avere maggiore maturità nella gestione della palla per controllare l’incontro”.

    Da rivedere forse alcune decisioni sui cambi tardivi: “Non ho ritenuto necessario stravolgere la formazione che era in vantaggio fino al 63’. Accetto comunque qualsiasi critica costruttiva, mi farà bene per il futuro”.

    Il pensiero va a tutto l’ambiente: “Dispiace molto per la società e per i tifosi aver pareggiato e non aver regalato loro un risultato pieno, ma ribadisco che continueremo ad allenarci da martedì per migliorare tutti gli aspetti”.

    Non ci saranno contraccolpi mentali: “Lavoreremo anche sulla testa, ma i campionati si vincono a giugno e non sono preoccupato. Il nostro primo step sarà a dicembre, quando dovremo essere aggrappati alle prime posizioni”.

    Il centrocampista rossoblù, Stefano Manzo, analizza così la partita: “Gara dalle due facce, nel primo tempo abbiamo giocato la palla e messo in campo tanta intensità. Siamo però calati alla lunga e credo abbia inciso l’aspetto fisico. Sappiamo che il campionato è duro, ma ci sono ancora 33 partite da disputare”.

    Sui fischi dei tifosi: “Sono giustamente rimasti delusi per il pareggio, se avessimo vinto non avrebbero fischiato perché penso abbiano notato in noi la voglia di conquistare il successo”.

    Decisamente più contento per il risultato l’allenatore del Bitonto, Massimo Pizzulli: “Nel secondo tempo la squadra propositiva è stata la nostra e avremmo anche potuto ottenere qualcosa in più. Ci prendiamo questo punto che è di buon auspicio per il futuro. Le partite si vincono generalmente a centrocampo, fondamentale è stato l’apporto di Biason che ha bloccato le verticalizzazioni su Favetta. Rigore non assegnato? Non so se ci fosse un penalty su Patierno, bisognerà rivedere le immagini per capire meglio”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati