Mercoledì, 12 Dicembre 2018

    Non basta la rete di Di Senso: il Taranto impatta 1-1 a Cerignola In evidenza

    By F. Calderone Ottobre 07, 2018 261

    Il Taranto resta ancora imbattuto in questa stagione e conquista un pareggio per 1-1 sul difficile terreno di gioco del Cerignola. I rossoblù rischiano di andare sotto ad inizio partita, ma Pellegrino ipnotizza Lattanzio dagli undici metri. Il team di mister Panarelli passa in vantaggio con una punizione di Di Senso deviata da Vittorio Esposito, ma nella ripresa una maggiore pressione della compagine foggiana si concretizza con il pari raggiunto da Lattanzio. Il Taranto sale quindi a 8 punti in classifica ed è ora a quattro distanze di lunghezza dal Picerno capolista a punteggio pieno a quota 12.

    Diverse novità di formazione apportate da mister Panarelli, che spedisce in panchina D’Agostino, Manzo e Oggiano schierando un inedito 3-5-2 con Diakite e Favetta insieme dal primo minuto. In mediana le novità maggiori sono rappresentate dalle presenze in campo di Massimo e Ferrara.

    Anche il tecnico del Cerignola fa partire dalla panchina elementi importanti come Siclari, Marotta e Loiodice preferendo dall’inizio Foggia e Lattanzio in attacco.

    Al 9’ rigore per il Cerignola per un presunto fallo di Bova su Foggia: Pellegrino intuisce l’angolo e respinge il penalty di Lattanzio. Al 18’ botta di Di Senso dalla distanza, Abagnale respinge e sulla ribattuta si avventa Pelliccia che però calcia debolmente. Al 21’ Taranto in vantaggio: punizione dal limite battuta col mancino da Di Senso, il pallone colpisce Vittorio Esposito e si insacca in rete. Al 28’ uscita fuori area di Pellegrino, Foggia effettua un pallonetto ai suoi danni e la sfera va fuori di poco.

    Nel secondo tempo la squadra del tecnico Bitetto comincia meglio e Foggia si presenta davanti al portiere al minuto 48, concludendo con un tiro a botta sicura e trovando la pronta risposta di Pellegrino. Al 52’ Carullo sbaglia il rinvio e centra Lattanzio, la palla si spegne di un soffio a lato. Al 54’ punizione di Di Senso, Abagnale devia in angolo. Al 65’ pareggio del Cerignola: Lattanzio fulmina Pellegrino col sinistro sul primo palo con una conclusione ravvicinata. All’82’ gran tiro a giro di Marotta, traversa piena. All’86’ ancora Marotta aggancia il pallone e ci prova col destro, alto. E’ questa l’ultima occasione del match, infatti dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Scarpa decreta la fine delle ostilità.

    LE DICHIARAZIONI DEL POST GARA

     

    Panarelli: “Abbiamo fatto una buona gara, ci portiamo a casa questo risultato positivo. Il cambio modulo e le variazioni di alcuni calciatori sono nati perché col Cerignola sapevamo sarebbe stata una partita importante e volevamo giocarla così. Abbiamo un po’ l’amaro in bocca - ammette Panarelli - perché si poteva portare a casa la vittoria, ma ci accontentiamo perché i ragazzi sono stati encomiabili. Nessuno ha il posto fisso, devono dimostrarmi tutto in settimana e poi la domenica schiero la miglior formazione possibile per il bene della squadra. Ci siamo un po’ abbassati nella ripresa, Diakite ha fatto una splendida partita tenendo botta ma non ce la faceva più e ho rinforzato il centrocampo. Rigore? Lo voglio rivedere - afferma l’allenatore tarantino -, per me è stato abbastanza generoso”.

    Pellegrino: “Parare il rigore è stato importante, ma i miei compagni sono poi stati bravi a passare in vantaggio. Peccato per il gol subito forse in posizione di fuorigioco. Il risultato è comunque sostanzialmente giusto - prosegue Pellegrino - , un po’ ci sta stretto il pari, ma è tutto sommato un buon risultato. Restiamo sopra il Cerignola, anche se Picerno ed Altamura stanno disputando un buon campionato. Il gruppo è compatto, esperto e sano caratterialmente. Personalmente non sto ancora bene come l’anno scorso – conclude il portiere ionico -, devo continuare a migliorare e crescere”.

    TABELLINO

    CERIGNOLA: Abagnale; Cascione, Russo, Di Cecco (56’ Loiodice), Abruzzese, Pollidori, Carannante, Esposito A. (42’ Longo), Foggia (70’ Siclari), Esposito V. (56’ Marotta), Lattanzio. A disposizione: Vassallo, Tedone, Matere, De Cristofaro, Russo. Allenatore: Bitetto

    TARANTO: Pellegrino; Bova, Lanzolla, Ferrara; Pelliccia (52’ Bonavolontà), Massimo, Marsili, Di Senso (72’ Oggiano), Carullo; Diakite (65’ Manzo), Favetta. A disposizione: Cavalli, D’Agostino, Guadagno, Squerzanti, Albanese, Miale. Allenatore: Panarelli

    RETI: 21’ Di Senso (T), 65’ Lattanzio (C)

    AMMONITI: Di Cecco, Abruzzese (C),  Bova (T)

    ESPULSI: /

    CORNER: 4-1

    ARBITRO: Eugenio Scarpa di Collegno; assistenti Cristian Cortinovis di Bergamo ed Enrico Songia di Bra

    RECUPERO: 3’ p.t., 4’ s.t.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati