Venerdì, 24 Maggio 2019

    Sorrisi e stretta di mano tra Giove e il giornalista D’Alò

    Sorrisi e stretta di mano tra il presidente del Taranto, Massimo Giove, ed il giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lorenzo D’Alò. Rientra dunque la polemica scaturita dal divieto di ingresso subito dal giornalista in occasione del match di domenica scorsa Taranto-Fasano. Vi riportiamo qui di seguito il comunicato ufficiale del club rossoblù: “In merito all’increscioso episodio verificatosi domenica prima della partita Taranto-Fasano, allorquando al giornalista Lorenzo D’Aló della Gazzetta del Mezzogiorno, è stato negato l’ingresso allo stadio, il Taranto F.C. 1927 precisa che si è trattato di uno spiacevole disguido, giunto al culmine di una settimana movimentata.

    A tal proposito, in data odierna il Presidente Massimo Giove ha incontrato il giornalista Lorenzo D’Aló rinnovando la stima nei suoi confronti e della testata che rappresenta. Il Presidente ribadisce la grande considerazione che ha del prezioso lavoro che svolgono a Taranto tutti gli operatori dell’informazione, nella speranza che unità d’intenti e rispetto dei ruoli possano far compiere al calcio rossoblù l’agognato salto di qualità. Nell’occasione il giornalista Lorenzo D’Aló ha espresso soddisfazione per le parole pronunciate dal Presidente Massimo Giove”.

    Ecco invece il comunicato congiunto dell’Ordine dei Giornalisti, di Assostampa e di Ussi Puglia che era stato diramato nella giornata di domenica 24 febbraio: “ll Taranto calcio ha oggi impedito al collega Lorenzo D’Alò l’accesso allo stadio Iacovone, dove era in programma la partita di calcio Taranto-Fasano valida per il campionato di serie D, pur essendo il giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno” regolarmente accreditato e in possesso anche della tessera Coni. Senza alcuna comunicazione preventiva, né tantomeno con qualche forma di motivazione, questo ingiustificabile divieto di ingresso ha impedito al collega – malgrado l’intervento degli agenti della DIGOS – di svolgere il suo lavoro, ovvero esercitare il diritto di cronaca, e impedire ai lettori della Gazzetta di leggere il resoconto della partita, ovvero rispettare il diritto dei cittadini di essere informati. Ordine dei Giornalisti, Assostampa e Ussi Puglia chiedono alla lega di serie D interventi immediati nei confronti del Taranto Calcio e del suo presidente Massimo Giove: evidentemente la società e il suo presidente pensano di potersi scegliere i giornalisti al seguito, di poter negare o concedere gli accrediti secondo le simpatie o le antipatie del momento e di scambiare lo stadio di Taranto con la loro abitazione privata, ove possono decidere chi deve entrare e chi no. Impedire ad un giornalista di svolgere il proprio lavoro rappresenta un fatto gravissimo che gli organismi di categoria non smetteranno di denunciare a tutte le istituzioni competenti”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati