Mercoledì, 21 Agosto 2019

    Panarelli: “Era importante ottenere il risultato” In evidenza

    Foto Studio R.Ingenito Foto Studio R.Ingenito

    Panarelli: “Potevamo accontentarci del pareggio, ma non lo abbiamo fatto e nel primo tempo abbiamo ottenuto un buon risultato, mentre nella ripresa c’è stata la reazione del Bitonto che ha giocato un ottimo incontro.

    Era importante ottenere il risultato finale, è stata premiata la squadra che ha voluto di più ottenere la vittoria. Con le unghie e con i denti ci siamo difesi fino alla fine. Eravamo condizionati anche dalle ammonizioni e dall’infortunio di Oggiano ed ho pensato alle sostituzioni anche nell’arco dei 120 minuti. Siamo stati in grado di gestire bene la palla, abbiamo avuto l’occasione anche per realizzare il 3-1, che sarebbe stato comunque un risultato troppo pesante. Ci prendiamo questo successo meritato, raggiunto con rabbia, sudore, grinta e sotto una pioggia battente. Per quanto riguarda il modulo, volevo giocare con due attaccanti con caratteristiche diverse, senza rinunciare a D’Agostino, che ho schierato da esterno nonostante non sia il suo ruolo. Ho deciso di inserirlo in quella posizione perché poteva scambiarsi bene coi compagni e nel primo tempo si è rivelata una mossa positiva perché ha fatto gol. Oggiano? Ha sentito tirare dietro il ginocchio, gli fa male e credo che non sarà recuperabile per domenica prossima. Antonino? La sua crescita è merito dell’allenatore dei portieri, il quale è molto giovane ma preparato. Ne approfitto per fare i complimenti a tutto il mio staff. Ora lavoreremo per vincere a Cerignola, come fatto con il Bitonto, non possiamo ragionare su due risultati. Ringrazio i tifosi, ci hanno seguito ed acclamato tutto l’anno, sono maturati anche loro. Quando ci sono stati momenti non favorevoli, non ci hanno contestato, va dato atto di questo e bisogna complimentarsi con loro. Il mio sogno era vincere sul campo il torneo, c’è stato un grandissimo dispiacere, però non è stato un campionato negativo. Cercheremo di raggiungere la C attraverso i playoff, spetterà poi al presidente fare di tutto per presentare la domanda di ripescaggio. Futuro? Ho un ottimo rapporto con società ed ambiente, sono partito con scetticismo ed ho fatto ricredere qualcuno. La vittoria sarebbe stata la ciliegina sulla torta – conclude l’allenatore tarantino - ma non molliamo e cercheremo di ottenere il massimo del risultato a Cerignola, poi penserò al mio futuro”.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati