Stampa questa pagina

Ouattara e Genchi decidono triangolare con Castel San Giorgio e Rotonda In evidenza

Il Taranto conquista il triangolare di Polla disputato contro Castel San Giorgio e Rotonda superando entrambe le squadre con il risultato di 1-0.

Contro i campani a decidere la contesa è Ouattara, abile a respingere la ribattuta del portiere Coppola che aveva poco prima neutralizzato il rigore di Favetta. Nella seconda sfida giocata contro la compagine della Basilicata fondamentale per il successo la marcatura di Genchi, bravo con un diagonale mancino a stendere Barilaro. Complessivamente gli ionici hanno mostrato molta stanchezza, derivante dalle fatiche dei duri allenamenti fin qui svolti, e poca lucidità in fase realizzativa con diverse chance sciupate. Non hanno partecipato alle due amichevoli gli infortunati D’Agostino, Iannò e Cuccurullo. Per la cronaca, il match inaugurale Rotonda-Castel San Giorgio era terminato con il punteggio di 1-0. Dopo questa doppia affermazione il gruppo tarantino concluderà domani il suo ritiro in Campania, prima di fare rientro in riva allo Jonio. Prossimo appuntamento domenica 18 agosto, con un triangolare da effettuare allo stadio “Iacovone”. Primo impegno ufficiale il 25 agosto con l’Altamura, sempre nell’impianto sportivo del rione Salinella, valido per il primo turno della Coppa Italia di Serie D.

 

Il Taranto vince dunque il primo match con il Castel San Giorgio, compagine di Eccellenza campana, grazie ad un gol siglato da Ouattara al 42’ sulla respinta del rigore sbagliato da Favetta. In questo incontro gli ionici predominano dal punto di vista del gioco, tenuto conto anche del divario di categoria, ma sprecano un po’ troppo sotto porta soprattutto con Favetta e Guaita. Non si sono registrati pericoli in difesa, con i portieri Giappone e Pizzaleo praticamente inoperosi.

Il tecnico rossoblù, Nicola Ragno, schiera il 4-4-2 con De Caro, Luigi Manzo, Lanzolla e Ferrara a comporre il quartetto difensivo davanti al portiere Giappone. A centrocampo, sulle fasce spazio a Guaita e Gambino, interni Stefano Manzo e Matute; in attacco il tandem Genchi-Favetta.

All’8’ assist di Gambino per Favetta, il tiro col mancino di quest’ultimo termina sull’esterno della rete. Al 14’ tentativo di Genchi, blocca Faggiano senza problemi. Al 17’ cross di Gambino, Favetta prova una conclusione in spaccata, ma è imprecisa. Al 19’ bella girata di Genchi dall’interno dell’area, Faggiano risponde presente e devia in corner. Al 25’ passaggio di Favetta per Guaita, chiuso prontamente dall’estremo difensore campano. Al 28’ Guaita perde l’attimo e a tu per tu con il subentrato portiere Coppola si fa ipnotizzare. Al 35’ ci prova Stefano Manzo dalla distanza, alto. Al 41’ cross di De Letteriis, fallo di mano di Capuano e calcio di rigore in favore del Taranto: dal dischetto si presenta Favetta, che si fa parare il penalty da Coppola ma sulla respinta Ouattara è pronto a ribattere in rete.

 

TABELLINO

TARANTO 4-4-2: Giappone (31’ Pizzaleo); De Caro (31’ De Letteriis), L. Manzo, Lanzolla, Ferrara (31’Mambella) ; Guaita (31’ Oggiano), S. Manzo, Matute, Gambino; Genchi (31’ Ouattara) , Favetta. A disposizione: Benvenga, Croce, Allegrini, Sposito. Allenatore: Ragno

CASTEL SAN GIORGIO 3-4-3: Faggiano (26’ Coppola), Capuano, Terrone, Asante, Giura, Avino, Barbarisi, Di Felo, Romano, Siano (36’ Minichini), Liguori (36’ G. Ferrara). A disposizione: Martinella, Bora, Mandile, Rescigno, Esposito, D’Aniello, Gnomo. Allenatore: De Cesare

RETI: 42’ Ouattara (T)

AMMONITI: /

ESPULSI: /

CORNER: 7-0

RECUPERO: /

 

Nella seconda gara con il Rotonda, team di Eccellenza lucana, mister Ragno cambia modulo (3-5-2) e formazione con Sposito in porta, retroguardia composta da Mambella, De Caro ed Allegrini; in mezzo al campo giocano Guaita, Oggiano, Stefano Manzo, Benvenga e Ferrara, mentre in avanti c’è il duo Genchi-Croce.

Al 7’ Genchi si presenta davanti a Barilaro, tenta di superarlo con un dribbling ma perde la sfera grazie ad un intervento provvidenziale di un difensore avversario. Al 14’ Taranto in vantaggio: Genchi stavolta non sbaglia, battendo con un gran diagonale mancino l’estremo difensore lucano. Al 22’ botta violenta di Boscaglia, traversa. Al 25’ tiro di Guaita, sul fondo. Al 27’ ancora una conclusione di Guaita, la sfera fa la barba al palo. Al 38’ Favetta si divora la rete del raddoppio, calciando addosso a Barilaro a pochi passi dalla porta. Al 42’ sinistro di Ouattara, sopra la traversa.

 

TARANTO 3-5-2: Sposito (38’ Pizzaleo); Mambella, De Caro (27’ De Letteriis), Allegrini; Guaita, Oggiano (27’ Lanzolla), S. Manzo (27’ Matute), Benvenga (27’ Gambino), Ferrara; Genchi (27’ Ouattara), Croce (27’ Favetta). A disposizione: Pizzaleo, L. Manzo, Giappone.

ROTONDA: Barilaro, A. Crispino, Boscaglia, Djawara, Lordi, Santamaria, Borges, Ignazio, Iacopo, Flores, Petricciulo. Allenatore: Baratto

RETI: 14’ Genchi (T)

AMMONITI: /

ESPULSI: /

CORNER: 5-0

RECUPERO: /

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)