Martedì, 19 Novembre 2019

    Svolta rossoblù. Con un gol di Oggiano il Taranto batte la Gelbison

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Seconda vittoria consecutiva in campionato per il Taranto, abile ad espugnare 1-0 il campo della Gelbison. Il team di Panarelli è la prima compagine a vincere a Vallo della Lucania ed a realizzare la prima marcatura allo stadio ‘Morra’ in questa stagione.

    A decidere l’incontro è un gol di testa siglato da Oggiano al 42’ del primo tempo, ben servito da un ottimo lancio di D’Agostino. Soprattutto nei minuti finali della ripresa gli ionici hanno alcune chance per raddoppiare, ma non le sfruttano a dovere. In difesa non si corrono grossissimi rischi ed i rossoblù possono quindi portare a casa l’intera posta in palio. Il Taranto è ora quarto in classifica con 18 punti e domenica 10 novembre ritornerà allo ‘Iacovone’, dove giungerà l’Agropoli.


    Il tecnico rossoblù Panarelli si affida al suo classico 4-2-3-1, anche se poi nella seconda frazione prova anche il 4-3-2-1 ed il 4-3-1-2, e conferma quasi in toto la formazione vittoriosa domenica scorsa con il Gladiator. Unica novità Genchi al posto di Favetta, che dunque si accomoda inizialmente dalla panchina. Davanti a Sposito il quartetto difensivo è composto da Pelliccia e Ferrara sulle fasce con Luigi Manzo e Benvenga centrali. In mezzo al campo ci sono Stefano Manzo e Cuccurullo, mentre Oggiano, D’Agostino e Guaita agiscono dietro Genchi.


    La prima occasione dell’incontro è della Gelbison: al 2’ tentativo di tacco di Varela su cross di Orlando, la palla termina fuori non di molto. Al 9’ girata di Varela, Sposito blocca in due tempi. All’11’ cross di Oggiano per D’Agostino, che non riesce ad impattare bene la sfera ed il portiere di casa controlla. Al 22’ punizione di D’Agostino, sopra la traversa. Al 26’ gran tiro col mancino di Genchi da fuori area, traversa. Al 28’ campani pericolosi: uscita incerta di Sposito, che rinvia malamente con i pugni, Orlando tenta il pallonetto e la sfera si spegne sul fondo. Al 42’ Taranto in vantaggio: splendido lancio di D’Agostino per Oggiano, il quale scavalca l’estremo difensore avversario con un pallonetto e di testa va a segno praticamente a porta vuota. Al 44’ sinistro di Cuccurullo, D’Agostino blocca. Al 47’ stacco di Mautone, palla alta.


    Nella ripresa, al 10’ Gelbison pericolosa con il subentrato Tandara, ex di turno, che però a tu per tu con Sposito non trova l’attimo giusto per concludere a rete. Al 18’ traversone di Genchi, Pelliccia impatta ma la palla si alza sopra la traversa. Al 31’ ci prova Matute da lontano, fuori misura. Al 35’ tiro rasoterra di Favetta, D’Agostino para senza problemi. Al 41’ bella azione personale di Genchi, che serve Stefano Manzo, quest’ultimo calcia troppo alto. Al 43’ tentativo da fuori area di Croce, alto. Al 44’ il team di Vallo della Lucania sfiora la marcatura con un’azione personale di Uliano, conclusa con un tiro fuori di poco.
    TABELLINO
    GELBISON: D’Agostino; Caruso, Cassaro, De Gregorio, Diop (1’ s.t. Maio), Mautone (18’ s.t. Rizzo), Passaro (33’ s.t. Zanghi), Uliano, Varela, Pipolo, Orlando (10’ s.t. Tandara). A disposizione: Napolitano, Zullo, Scognamiglio, Santosuosso, De Simone. Allenatore: La Greca (Martino squalificato)
    TARANTO: Sposito; Pelliccia (37’ s.t. Masi), L. Manzo, Benvenga, Ferrara; S. Manzo, Cuccurullo (22’ s.t. Marino); Oggiano (14’ s.t. Matute), D’Agostino, Guaita (27’ s.t. Favetta); Genchi (42’ s.t. Croce). A disposizione: Giappone, De Letteriis, De Caro, Galdean. Allenatore: Triuzzi (Panarelli squalificato)
    RETI: 42’ Oggiano (T)
    AMMONITI: Cassaro, Pipolo, Zullo (G) Ferrara, Benvenga, Marino (T)
    ESPULSI:
    CORNER: 6-2
    ARBITRO: Marco Sicurello di Seregno; assistenti Daniele Bianchini di Frosinone ed Alessandro Rastelli di Ostia Lido
    RECUPERO: 2’ p.t., 6’ s.t.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati