Venerdì, 25 Settembre 2020

    Feola: "Rigore inesistente. Beffati ancora allo scadere"

    Il tecnico del Cerignola, Vincenzo Feola, recrimina per l'arbitraggio: "Speravo di vincere, dispiace di aver preso gol al 90'. L'arbitro pero' non aspettava altro, ha assegnato un rigore inesistente. Ci siamo comunque abbassati troppo, avevamo consumato molte energie nel primo tempo. Abbiamo dato tutto in campo, c'è rammarico per il risultato finale".

    Sui rossoblù: "Il Taranto è una grande squadra, lo dicono sia i numeri che i giocatori. La gara è stata preparata bene da noi, ma complimenti al Taranto, ha una grande forza. Ce la siamo giocata alla pari".

    Sul torneo: "Il campionato è molto equilibrato, non bisogna guardare la classifica. Chi incontra le grandi squadre come Cerignola e Taranto mette qualcosa in più. Il torneo è aperto, diremo la nostra fino alla fine. Finché la matematica non ci condannerà - prosegue Feola -, ci crederemo".

    Sull'ingresso in campo dell'ex Rosania, autore del fallo da rigore su Favetta: "L'ho messo per dare più centimetri in difesa, ho sostituito Marotta perché aveva speso tanto".

    Battibecchi a fine gara: "Non ho visto il parapiglia, solo tra la fine del primo e del secondo tempo - conclude l'allenatore ofantino - ho sentito delle urla nello spogliatoio contro l'arbitro".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati