Stampa questa pagina

Genchi: "Ora siamo ancora più forti"

L'attaccante del Taranto, Giuseppe Genchi, esordisce così in conferenza stampa, alla vigilia della sfida col Grumentum: "Non ho problemi fisici, sto bene. D'Agostino? Era un giocatore importante, ma tutti lo sono. Non cambieremo tanto e il mister mi ha detto di vivere l'area. Sbagliavo io in precedenza ad allargarmi".

Sul prossimo trittico di gare: "Saranno uno stimolo in più. Dobbiamo fare bene e prenderci una rivincita soprattutto con Sorrento e Foggia, avendo perso all'andata".

Mercato: "Eravamo già forti, ora dopo il calciomercato lo siamo ancora di più".

Stimoli: "Ci sono squadre importanti nel nostro campionato. Gli scontri diretti saranno fondamentali. Tanti errori sono stati fatti da noi, ma in questo momento inizia una nuova era. Occorre prendere le cose buone, fare più punti possibili. Io ci credo ancora - rivela Genchi -, sarebbe una follia non crederci in questi 4 mesi. La maglia che indossiamo è importante".

Sulla mancanza di cattiveria: "Non è mancata quella agonistica, ma quella sottoporta. Dobbiamo migliorare e rimboccarci le maniche, no agli alibi".

Questione mentale: "Nel calcio è tutto una questione mentale, il muscolo va se c'è la testa. Ci dispiace tantissimo per i tifosi, non ci hanno aiutato perché delusi. Non è facile - conclude la punta rossoblù - avere questo peso addosso".

Vota questo articolo
(0 Voti)