Lunedì, 13 Luglio 2020

    Taranto-Foggia, Pelusi: “Mi aspetto un grande spettacolo. Spero in un chiarimento Giove-Felleca”

    Domenica 9 febbraio lo stadio “Iacovone” ospiterà uno dei derby più importanti della Puglia, quello tra Taranto e Foggia. Tra le due squadre ci sono 7 punti di differenza in classifica, ma i rossoblù cercheranno di togliersi una soddisfazione per rendere più dolce il suo cammino in campionato.

    I dauni sono invece in piena corsa per la promozione in Serie C, essendo al secondo posto e a meno 5 dalla capolista Bitonto. La nostra redazione ha ascoltato a due giorni dal match l’amministratore delegato del team foggiano, Davide Pelusi.

    Che tipo di partita si aspetta tra le due compagini?

    “Si tratta di un derby storico, uno dei più blasonati della Puglia. Credo ci siano state una settantina di partite tra Taranto e Foggia. Entrambe le piazze meritano altre categorie, ma purtroppo giocheremo questa sfida tra i Dilettanti. Nonostante questo, mi aspetto un grande spettacolo come accaduto domenica scorsa contro il Cerignola. Sia noi che i rossoblù arriviamo infatti da due risultati positivi. Da parte nostra, dovremo sfoderare una grandissima prestazione se vorremo portare a casa l’intero bottino. Noi dovremmo comunque avere ancora più fame del Taranto, visto che la nostra posta in gioco è più alta. Gli ionici penso che abbiano come obiettivo principale il raggiungimento dei playoff”.

    Nella gara di andata ci fu un battibecco tra i due presidenti. La gara di domenica potrebbe essere utile per un chiarimento?

    “Mi auguro fortemente ci sia un incontro chiarificatore. Ovviamente le beghe tra i vertici societari non interessano granché alle rispettive tifoserie. Quando c’è grande agonismo, possono accadere anche situazioni del genere. Ho letto comunque che il presidente Giove ignorerà Corda e Felleca, quindi ci sono state dichiarazioni più distensive e non credo che la diatriba proseguirà. Anche perché non giova a nessuna delle due squadre, visto che entrambi i club sono stati bacchettati dalla Lega”.

    Quanto è soddisfatto della stagione fin qui disputata dal Foggia e cosa ne pensa della contestazione dei vostri sostenitori?

    “Direi che siamo soddisfatti dei punti ottenuti in classifica, negli altri gironi saremmo al primo posto. Le maggiori difficoltà sono nate dallo straordinario cammino del Bitonto, non ci aspettavamo che potesse raggiungere simili risultati. Non ha avuto momenti di flessione, speriamo che capiterà anche a loro un mese orribile come lo è stato gennaio per noi. Per quanto riguarda le contestazioni, noi siamo praticamente la Juventus della Serie D e dunque può starci che i nostri tifosi possano manifestare dei malumori. Conosco perfettamente la piazza, avevamo messo in preventivo che potessero capitare situazioni del genere. Ovviamente mi auguro che le critiche restino sempre in determinati limiti. Ciò che vogliamo è che tutto l’ambiente sia unito e compatto in vista dello sprint finale. Abbiamo davanti a noi ancora tante partite da disputare”.

    Ritiene che la lotta per la promozione possa diventare solo un duello Bitonto-Foggia?

    “Può ancora succedere di tutto perché ci sono tanti punti in palio. Potrebbe anche accadere che il Bitonto perda 2-3 partite e si possa rimettere tutto in gioco anche per le altre squadre. Certo, al momento il team bitontino ha il 50% di possibilità di vincere il campionato, mentre il restante 50% se lo dividono il Foggia ed altre compagini che potrebbero reinserirsi nella corsa”.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati