Venerdì, 15 Novembre 2019

    Taranto – Bisceglie : i  “pro” e i “contro “ del derby

    By Angelo Leone Settembre 30, 2014

    Senza disperderci in discorsi troppo lunghi e sintetizzando in pochi concetti la nostra visione della partita di domenica scorsa, abbiamo messo in evidenza ciò che ci è piaciuto e cosa andrebbe migliorato nel Taranto.

              Cosa ha  funzionato

    • La difesa è attenta , ha due centrali insuperabili come Marino e Pambianchi , concede poco agli avversari e sa come far partire la manovra dalle retrovie
    • Il centrocampo a tre dà solidità alla squadra in fase di contenimento
    • Mirarco è il portiere salva risultato che non avevamo lo scorso anno
    • Genchi, pur da solo avanti , sa sempre come arrivare alla porta
    • Mignogna,  impiegato in posizione più avanzata, si conferma decisivo per assist e conclusioni personali
    • La squadra lotta sino al novantesimo su ogni pallone
    • La squadra non accusa momenti di sbandamento ed è sempre lucida anche quando si trova a subire la pressione avversaria

     

    Cosa non ha funzionato

    • Marsili e Ciarcià   sono ancora lenti nel cambio di gioco e talvolta si ritrovano troppo ravvicinati sulla zona mediana
    • Marsili e Ciarcià non hanno ancora raggiunto una condizione atletica soddisfacente
    • Porcino spinge bene in fase di possesso palla ma deve curare meglio la fase difensiva
    • In casa la squadra è meno incisiva se gioca con una sola punta
    • In fase offensiva si e’ avvertita a volte l’assenza di un elemento che viaggi tra le linee partendo ed arrivando a fine azione in posizione centrale ( vedi Zotti del Bisceglie)
    • Nel primo tempo la squadra è apparsa un po’ troppo allungata trovando difficoltà nel fraseggio corto

    Tutto sommato dal derby contro il Bisceglie esce un Taranto che può ancora crescere molto  se,  accanto ai progressi di tenuta atletica, saprà oliare  quei meccanismi di gioco che soltanto da un paio di  settimane sono stati provati a ranghi completi . Fermo restando che numericamente, per essere un Taranto da primato , la squadra necessita di almeno altri tre giocatori che irrobustiscano la rosa per ovviare ad infortuni  e squalifiche .

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati