Lunedì, 16 Settembre 2019

    I piu' e i meno del Taranto di Brindisi

    Da Brindisi torna un gran bel Taranto cui è mancato solo un pizzico di fortuna nel concretizzare le tante occasioni create. Un pareggio a Brindisi e' sicuramente  prezioso ma è un vero peccato non aver portato a casa una vittoria che il Taranto avrebbe meritato . Ma vediamo cio' che nel derby ci e' piaciuto di più e cosa ha funzionato di meno.

     

    COSA CI PIACE. 

    La squadra non si scompone anche quando cambia tre moduli in corsa restando compatta 

    Marsili sta raggiungendo la forma migliore prendendo per mano la squadra.

    Ciarcia'  schierato nel suo ruolo preferito di esterno fa viaggiare piu' velocemente la palla rispetto a quando parte centralmente offrendo fughe e cross a ripetizione.  

    I due esterni under Colantoni e Porcino sono stati quasi perfetti nel difendere e attaccare alternativamente mantenendo gli equilibri di squadra.

    Marino e Pambianchi si sono confermati due colonne difensive insuperabili non facendo toccare palla ai temibili Molinari e Croce.                  Genchi ha un cuore grandissimo e in trasferta si esalta negli spazi riuscendo da solo a fare cio' che normalmente farebbero due attaccanti insieme. 

    Le azioni sulle fasce laterali sono state piu' incisive e martellanti.

    La squadra ha mostrato spiccata personalità e coraggio soprattutto quando nella ripresa ha cercato la vittoria pur avendo Gaeta e Marino azzoppati.

    COSA NON VA. 

    Si sono concessi troppi calci di punizione evitabili.  

    Si e' sprecato troppo sotto porta in rapporto a quanto prodotto, in particolare Carbone deve trovare freddezza negli ultimi metri. 

    Il centrocampo ha agito con ordine e reattività in fase di non possesso ma anche stavolta ha patito la mancanza  di quell'elemento centrale di raccordo con Genchi, che sia portato alla percussione veloce sino all'area di rigore avversaria. 

    Mignogna non e' stato brillante soffrendo forse la sindrome dell'ex.

     

    Questa, in spiccioli, la nostra analisi sulla prestazione del Taranto a Brindisi. E' un Taranto destinato a offrire  tanto e a crescere ancora in intesa e imprevedibilità ma già promosso dal giudizio dei tifosi.                                                                                                                                        

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati