Lunedì, 16 Settembre 2019

    Favo: difficile far gol contro una squadra tutta dietro la linea della palla

    Mister Favo mal digerisce il pareggio casalingo ma elogia i suoi ragazzi ugualmente per le difficoltà della partita:

     

    Lo avevo detto in settimana che dobbiamo essere più bravi contro le squadre meno attrezzate; abbiamo peccato nella velocità nella verticalizzazione della manovra disputando una partita confusionaria . Non ho nulla da rimproverare sotto il profilo dell’impegno profuso ma dobbiamo insistere nel cercare la giocata individuale e  nel buttare più palloni in area . Oggi dovevamo sfruttare la loro ansia nel dover resistere al nostro tentativo di superare una Scafatese tutta dietro la palla ma non siamo stati capaci poiché ci sono mancate la cattiveria e la determinazione che in precedenza abbiamo sempre mostrato in campo. Sono dispiaciuto soprattutto per i tifosi ma anche per i ragazzi che hanno dato tutto.

    Il pallone filtrava con poca rapidità da centrocampo dove comunque Oretti, al suo esordio , ha giocato una buona partita

    Sì, sono soddisfatto di Oretti che ha messo ordine recuperando anche tanti palloni nel gioco aereo a centrocampo pressando sugli avversari e muovendosi bene in soccorso dei compagni. Ha anche sfiorato il gol con quel colpo di testa miracolosamente deviato dal portiere.

    Ad un certo punto ha cambiato Ciarcià e Gaeta mettendo dentro Mignogna e Pià ma non c’e’ stata molta differenza sul piano della qualità di gioco.

    Cercavo la superiorità numerica sulle corsie esterne e purtroppo non ho ricambi come under del 96 per concedere un po’ di riposo al generoso Carbone. Così ho scelto loro affidandomi alla fantasia e alla capacità di saltare l’uomo sia di Pia e al fatto che con Ciccio Mignogna mi garantivo le due fasi del cross o dell’inserimento verso le corsie interne ma loro erano tutti chiusi dietro e non ci hanno concesso varchi liberi

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati