Domenica, 08 Dicembre 2019

    CASTELLUCCI : ABBIAMO REGALATO UN GOL MA IL TARANTO DI OGGI ERA UNA   SQUADRA  AFFAMATA DI VITTORIA

    Il tecnico del Brindisi Castellucci si accomoda in sala stampa con la serenità e consapevolezza di aver accettato la sconfitta del suo Brindisi senza recriminazioni di sorta sottolineando anzi la prestazione maiuscola del Taranto odierno.

     

    Intanto dicia mo che tornavamo a giocare dopo ventuno giorni di pausa e non sapevamo quale reazione avrebbe potuto avere la squadra. Sapevamo che il Taranto sarebbe stato un avversario difficile ma non perché era un derby ma proprio per il valore assoluto di questa squadra. Abbiamo avuto un buon approccio, poi nel secondo tempo non mi è sembrato il miglior Brindisi; però ci sono anche  i meriti del Taranto che oggi ha giocato una buona gara.

    Il gol del vantaggio rossoblù è scaturito da un’errore in fase di possesso causato dal difensore Ferrara cui Marsili ha rubato palla e fatto ripartire tutto solo in contropiede Beppe Genchi; una grave ingenuità decisiva alla fine.

    Noi oggi non eravamo in gran forma ma quello è stato un errore evitabilissimo anche se ho anche il sospetto del fuorigioco al momento del filtrante di Marsili su Genchi. Questa sconfitta dispiace molto perché vede ridursi molto quello che era il nostro sogno di inseguimento al primo posto, anche se i  pareggi  casalinghi di Andria e  Potenza rinnovano qualche speranza.” 

    Restano i dubbi che questa sconfitta sia frutto anche della lunga sosta , come confermato dallo stesso tecnico che aveva allertato su questo problema nei giorni scorsi

    Due settimane fa mi sono lamentato perché volevo lanciare un grido di allarme per tutto ciò cui stavamo andando incontro con la decisione della Lega di posticipare due nostre partite per via del torneo di Viareggio: senza nulla togliere al Taranto che ha giocato bene e meritato la vittoria, il nostro Brindisi lo avevamo lasciato a Grottaglie e non sapevamo a distanza di tanti giorni in quale condizione psico-fisica lo avremmo ritrovato. La nostra condizione oggi non era ottimale e si è aggiunta ai nostri demeriti.

    Non si poteva chiudere con mister Castellucci senza una domanda sulla prestazione dell’ex beniamino della tifoseria rossoblù Molinari, apparso un pesce fuor d’acqua come nella gara d’andata.

    E’ fuori di dubbio che quando Molinari affronta il Taranto , dopo tutto quello che di bello ha trascorso qui, subisca un contraccolpo psicologico e subentri una certa emozione nel ritrovarsi a giocare contro la squadra che lo ha valorizzato ma d’altro canto anche il sottoscritto entrando in questo stadio ha provato grande emozione. Infatti Erasmo Iacovone era un mio grande amico avendo giocato insieme nel passato; di conseguenza è normale che sia accaduto questo emotivamente sia a me che a Molinari.

     Davvero esemplare e umano in quest’ultima considerazione il tecnico del brindisi, confermatosi una persona garbata ed obiettiva come poche.

     Le dichiarazioni in conferenza stampa di Mister Castellucci (Immagini VideoM)

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati