Domenica, 08 Dicembre 2019

    Il Taranto, con il morale alto, si prepara per sbancare Scafati

    Francesco Mignogna ancora ad allenarsi a parte rispetto al resto del gruppo che gode di buona salute e col morale alle stelle dopo la vittoria sul Brindisi. E' un Taranto caricatissimo quello che si allena a Roccaforzata agli ordini di mister Battistini e che e' atteso da una conferma  del suo nuovi volto sul campo di una Scafatese in lotta per non retrocedere e che ieri ha lasciato un punto sul proprio campo ad un ottimo Grottaglie.

     

    A Scafati il Taranto dovrà chiudere subito il match come accadde contro la Puteolana per evitare che gli avversari possano prendere coraggio. Senza Ibojo che scontera' un turno di squalifica sostituito dal bravo Pambianchi , il Taranto puntera' dritto ai tre punti sperando in un'altro mezzo passo falso dell'Andria che ieri ha conquistato a tempo scaduto ed in maniera irregolare un pareggio a Brindisi. Difficile capire se la squadra barese sia in fase calante ma fa bene al morale del Taranto sperare in un aggancio alla capolista ; le speranze si sono riaperte dopo la recente decisione di dare partita persa al Bisceglie per la vicenda tesseramento irregolare di Pellecchia. Secondo l'avvocato Chiacchio, esperto in norme calcistiche, entro un mesetto scatterà anche per l'Andria una punizione per il caso D'Agostino,attraverso una penalizzazione in classifica accompagnata da sanzione pecuniaria compensativa. Così il torneo si riaprirebbe per l'obiettivo primo posto con Potenza e Taranto in pole position. I lucani, tra l'altro, dopo aver rischiato sette giorni prima a Francavilla dove si salvarono per puri episodi, hanno confermato un momento d'appannamento pareggiando in  casa contro il modestissimo Pomigliano. Dunque si preannuncia una fase calda del torneo con sorprese sempre pronte dietro l'angolo e col Taranto che potrebbe approfittarne favorito dal calendario e dall'entusiasmo che sembra destinato a crescere sempre più fino alla fine.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati