Domenica, 08 Dicembre 2019

    Giugno, mese di ansia per i tifosi del Taranto

    Come sempre anche quest’anno, nel mese di giugno, quando si cercano notizie sul futuro del calcio a Taranto, si sentono correre svariati  nomi e cognomi di gente apparentemente disposta ad aiutare, ad aggiungersi ai soci esistenti, a progettare un futuro roseo e pieno di ambizioni.

     

    In realtà di concreto non c’è ancora nulla anche se nel silenzio si opera per trovare un assetto stabile e portatore di denaro fresco nella società rossoblù.  Giugno è anche il mese nel quale le squadre che puntano a progetti ambiziosi avviano i contatti con i calciatori migliori anticipando la concorrenza.  A Taranto da anni non gustiamo questa gioia  come accade per   piazze  anche minori e così anche  il calciomercato non regala ulteriori notizie per la nostra appassionata tifoseria. Ciò che mi sembra più clamoroso è che oggi ho avuto conferma su come le chiacchiere e le interpretazioni delle notizie siano superiori alla realtà dei fatti. Seguendo i vari notiziari sportivi sulle tv locali, mentre in un’emittente si parlava di un forte avvicinamento all’ingresso nel Taranto dell’imprenditore Cerruti, in un’altra veniva dato quasi per certo l’abbandono del progetto Cerruti poiché ancora legato ad altro progetto con la società da lui finora guidata, ovvero l’Agropoli.  A questo punto giudicate voi, cari lettori: personalmente ritengo che, quando non ci sono notizie certe, fa sempre bene affidarsi ad un motto antico ma sempre attuale: “il silenzio è d’oro”. Con ciò voglio dire che sulle pagine del nostro sito ci sforziamo di dare solo informazione vera e non ipotesi spesso personali che lasciano il loro tempo. Di certo c’è che entro la metà di questo mese dovrà essere tutto risolto con il nuovo assetto societario,  con il mercato in fermento e, soprattutto, con un progetto intelligente che possa contemplare sia un torneo  da giocare ancora in serie D che un’eventuale campionato in Lega Pro, in caso di eventuale ripescaggio. Saremo in questo vigili e pronti ad incoraggiare chi avrà a bene le sorti del Taranto calcio.

    Vota questo articolo
    (1 Vota)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati