Image

Aigi: gli imprenditori si incatenano e portano le chiavi delle aziende al Prefetto (VIDEO)

Prima si sono incatenati in via Anfiteatro sotto la Prefettura, poi hanno consegnato al Prefetto di Taranto, Paola Dessì le chiavi delle aziende.

Foto Max Todaro

 

Nella mattinata di lunedì 12 febbraio, ennesima clamorosa iniziativa di protesta da parte degli imprenditori dell’indotto ex Ilva aderenti ad Aigi, che continuano a lottare per ottenere i pagamenti arretrati da Acciaierie d’Italia. 
Dopo aver rimosso i presidi davanti alle portinerie della fabbrica, una folta delegazione di imprenditori si è presentata in via Anfiteatro nel disperato tentativo di sbloccare una volta per tutte i propri crediti. Dopo essersi legati con una lunga catena, bloccando un tratto di strada, la consegna delle chiavi al Prefetto “avendo constatato l'assenza di responsabilità politica a tutela delle imprese che hanno consentito alla grande fabbrica di essere considerata strategica per il Paese". 
Situazione drammatica quella che vede coinvolte le aziende dell’indotto, lo ammette anche il presidente di Aigi, Fabio Greco. “Siamo stanchi, servono risposte e non possiamo fallire -ha dichiarato-. Vogliamo solo il nostro per pagare le tasse, l’IVA e gli stipendi evitando di licenziare. Poi penseremo al futuro, che senza di noi non avrebbe alcun senso”.

Pecoraro Hair Beauty
Pecoraro Hair Beauty
Pecoraro Hair Beauty
Autogamma
Autogamma
Autogamma
Franky
Brace e Sapori
G-tek s.r.l.
CM-TS S.R.L.
MAD. S.R.L.
BUILD ENGINEERING
STONEG S.R.L.
Flaminia