Image

Castellaneta: fa discutere la tassa di soggiorno, chiesto un tavolo di confronto

L’aumento della tassa di soggiorno deliberato a marzo dal Consiglio comunale di Castellaneta fa discutere gli addetti ai lavori.

Tanto che il coordinatore dell’associazione nazionale imprenditori d’albergo Assohotel Confesercenti Taranto, Pietro Giovanni Laterza, il presidente di Casamipresa Confesercenti Castellaneta, Paolo Tanzarella, la coordinatrice Associazione italiana gestori ospitalità diffus Aigo Confesercenti, Tiziana Errico, la presidente provinciale di Confesercenti Taranto Casaimpresa, Francesca Intermite, hanno chiesto, in una lettera, un tavolo di confronto urgente con il sindaco di Castellaneta, Giambattista di Pippa, e con l’assessore al Turismo-Cultura-Spettacolo, Anna Molfetta, oltre che con i capigruppo consiliari e gli stakeholders del settore turismo.
I sottoscrittori della missiva non ritengono condivisibili “le motivazioni pubblicamente addotte per l’adozione del provvedimento che, evidentemente, tende esclusivamente a conseguire l’obiettivo di fare ulteriormente cassa sul settore turismo che a Castellaneta, diversamente da quanto affermato, vive un momento di grande incertezza”.
Laterza, Tanzarella, Errico e Intermite fanno notare, infatti, che il turismo a Castellaneta, essendo legato esclusivamente alla risorsa mare e ai mesi estivi “è ben lontano dal registrare i trends di crescita di altre località pugliesi che sono caratterizzate da una offerta turistica più destagionalizzata e attrattiva per il turismo estero e di qualità. Probabilmente – aggiungono - un confronto con le associazioni di rappresentanza delle categorie di impresa interessate avrebbe consentito una analisi più attenta, competente ed equilibrata dei complessi scenari attuali”.
In particolare, le categorie di Confesercenti Taranto e Castellaneta, Assohotel, Casaimpresa e Aigo hanno richiesto “l’apertura di un giusto confronto su questi importanti temi, per adottare i necessari correttivi ed anche – conclude la lettera – per modificare sostanzialmente il metodo di governo del settore turismo ricordando che, come previsto dall’art.13 del regolamento della tassa di soggiorno, viene richiesto un coordinamento dei soggetti pubblici e privati per la programmazione”.

Pecoraro Hair Beauty
Pecoraro Hair Beauty
Pecoraro Hair Beauty
Autogamma
Autogamma
Autogamma
Franky
Brace e Sapori
G-tek s.r.l.
CM-TS S.R.L.
MAD. S.R.L.
BUILD ENGINEERING
STONEG S.R.L.
Flaminia