Sabato, 03 Dicembre 2022

    Concorso pubblico Kyma Ambiente Amiu: si indaga per truffa nei confronti dello Stato.

    Adesso c’è anche la conferma della Questura, in merito al blitz della Squadra Mobile di Taranto di ieri, 24 novembre, presso i locali della Svam (ex Saram), dove dove era appena terminata la terza prova del concorso bandito da Kyma Ambiente Amiu spa per l’assunzione di undici “ispettori ambientali”.

    Alle selezioni stavano partecipando circa 300 candidati. Su delega della Procura della Repubblica di Taranto, i poliziotti nel corso del controllo hanno effettuato anche diverse perquisizioni, essendo emersi diversi elementi che si stesse consumando l’ipotesi di reato di truffa aggravata allo Stato da parte di alcune persone presenti. Gli investigatori hanno raccolto materiale cartaceo tra documenti, plichi e faldoni, ispezionando anche alcune auto. Il presidente della commissione esaminatrice e un dirigente di Kyma Ambiente Amiu spa sono stati interrogati per ore in Questura dal pm Enrico Bruschi e, dall’esito dell’attività di polizia giudiziaria svolta, sarebbero spuntati gravi indizi a carico del dirigente della Società il quale, avrebbe ammesso le proprie responsabilità.
    Tutta la documentazione è stata posta sotto sequestro per il prosieguo degli accertamenti. Non si escludono ulteriori novità già nelle prossime ore.

    Nel frattempo, come si legge in una nota, il Consiglio di Amministrazione di Kyma Ambiente, convocato oggi 25 novembre, ha determinato la sospensione, in via di autotutela, di tutte le procedure di selezione in atto.

    Vota questo articolo
    (2 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati