Image

Si è insediato il nuovo Consiglio provinciale. Melucciani e centrodestra seduti dalla stessa parte

Si comincia che c’è da scegliere il posto dove sedersi e trovarsi un compagno di banco simpatico o affine al proprio modo di essere. Succede così il primo giorno di scuola.

È successo così stamattina, martedì 2 aprile, quando si è insediato il nuovo Consiglio provinciale, quello uscito eletto dalle urne lo scorso 17 marzo. Così nei posti alla destra dello scranno dove siede il presidente della Provincia, sono andati a collocarsi i consiglieri di Comunità ionica (la lista di riferimento del sindaco e presidente della Provincia, Rinaldo Melucci) Adriano Tribbia, Carmen Casula, Goffredo Lomuzio e Salvatore Brisci; nello stesso versante hanno trovato posto Raffaele Gentile di Forza Italia e Marco Natale che, però, è stato eletto, quale rappresentante dell’Udc su richiesta dell’avv. Gianfranco Chiarelli, nella lista Terra jonica 2050, quella del centrosinistra che è andata a occupare gli scranni dell’opposizione alla sinistra del presidente Melucci: ovvero Lucio Lonoce, Vito Parisi, Maurizio Baccaro e Gregorio Pecoraro. Stesso lato, ma solo perché erano rimasti dei posti liberi da quella parte, i due consiglieri di Fratelli d’Italia, Roberto Puglia e Francesco Marra.
Insomma, una collocazione che la dice lunga su come sarà composta la maggioranza in Consiglio provinciale con i quattro consiglieri di Terra jonica 2050 a fare opposizione e con un uomo in meno dal momento che Marco Natale ha preso armi e bagagli andando a sedersi sul fronte opposto. Maggioranza eterogenea che, alla prova della prima votazione, ha approvato compatta un debito fuori bilancio mentre i consiglieri di Terra jonica 2050 si sono astenuti.
Insomma, seduta rapida e concisa quella del Consiglio provinciale di oggi che ha provveduto alla convalida degli eletti. Ma qualche sassolino dalla scarpa il presidente Melucci se l’è tolto facendo riferimento alle ultime sedute del precedente Consiglio provinciale caratterizzato dagli attacchi al suo operato da parte del centrosinistra e che si è retto sul voto del consigliere provinciale di Forza Italia per l’approvazione del bilancio di previsione. 
“Probabilmente, non è più il tempo per le teorie di partito ed archiviata la fase dei boicottaggi e degli strilli scomposti da parte di quei soggetti politici che stanno collezionando magre figure in giro per la Puglia, - ha detto il presidente Melucci - si tratta ora di operare con tutti i livelli istituzionali e massimizzare gli effetti dell'agenda del Governo per il futuro dei 29 Comuni ionici”. Tradotto: l’unica certezza è che la lista del centrosinistra non voglia partecipare all’attività dell’amministrazione.
Su sollecitazione del consigliere Gentile, già consigliere provinciale e vicepresidente dell’Ente in passate esperienze, che chiedeva lumi su viabilità, edilizia scolastica e fondi Pnnr, Melucci ha sottolineato che, mentre “c’è chi preferisce criticare sugli organi di informazioni su presunti ritardi per la Regionale 8”, la prossima settimana la Provincia “consegnerà il progetto definitivo e a fine maggio il secondo lotto della Tangenziale Sud. È stata già consegnata la bretella per l’aeroporto di Grottaglie. Siamo puntuali come tempistica per quanto riguarda gli interventi di edilizia scolastica con 40 milioni di euro di investimento per 20 istituti scolastici senza dimenticare il copioso piano assunzionale interno. Resto disponibile – ha poi concluso Melucci – a tutti i contributi e le integrazioni che conservino quello spirito di innovazione, di sostegno al sistema economico ionico, di consolidamento degli obiettivi strategici di tutte le comunità della provincia ionica”.
E già Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno bussato alla porta di Melucci per incontrarsi a  breve e capire meglio la linea che il presidente intende portare avanti.

Pecoraro Hair Beauty
Pecoraro Hair Beauty
Pecoraro Hair Beauty
Autogamma
Autogamma
Autogamma
Franky
Brace e Sapori
G-tek s.r.l.
CM-TS S.R.L.
MAD. S.R.L.
BUILD ENGINEERING
STONEG S.R.L.
Flaminia