Image

Opposizioni all’attacco: «Melucci dica agli elettori che l’amministrazione è a trazione leghista»

Opposizioni all’attacco. Dal Pd, CON Taranto, Una strada diversa, Europa Verde arriva un attacco frontale nei confronti del sindaco Rinaldo Melucci dopo che questi oggi, martedì 14 maggio, ha inaugurato il cantiere per le Brt insieme al vicepremier e ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini.

Un atto considerato di lesa maestà soprattutto perché l’importante progetto, sottolinea la segretaria provinciale del Pd, Anna Filippetti, è stato reso possibile grazie “alla Regione Puglia e ai parlamentari del Pd, in primis l’on. Ubaldo Pagano, che hanno lavorato duramente perché avesse il via libera.
Ma per i quattro partiti di opposizione, la giornata di oggi altro non è stata la certificazione, è ancora la segretaria Filippetti che parla, “che l’amministrazione comunale di Taranto è a trazione leghista. A questo punto, vista la deriva presa, - conclude la segretaria provinciale del Pd - ci aspettiamo di vedere Melucci alla presentazione dell’ultimo libro del generale Vannacci”. Più sarcastico il commento del coordinatore provinciale di CON Taranto, Roberto Falcone. “Non è che – dice Falcone tra il serio e il faceto – che BRT sta per Bel Ribaltone Tacito? Ci saremmo aspettati – aggiunge - la presenza dei tanti che hanno contribuito a questo risultato: la Regione Puglia, i parlamentari che hanno dato forza alla richiesta di finanziamenti e che erano vicini a quella che allora era un’amministrazione di centrosinistra e i dipendenti e tecnici che hanno lavorato per questo obiettivo”.
Di “sorriso compiaciuto del sindaco Melucci riverente e ossequioso mentre Salvini reclama l’acciaio di Taranto per le opere da realizzare, tralasciando totalmente la questione ambientale, chiudendo il cerchio del tradimento del programma elettorale e la definitiva virata a destra già cominciata passando dalle confortevoli braccia di Renzi”,  parla il consigliere comunale Antonio Lenti di Europa Verde mentre Luca Contrario di Una strada diversa sottolinea che “le foto di assessori sorridenti accanto al ministro Salvini suggellano un patto politico tra Melucci e la peggiore destra. Si è completato un percorso a tappe, fatto dell’asse con Fitto – conclude - che genera ritardi sui Giochi del Mediterraneo, delle improvvise timidezze dell’amministrazione comunale su ex Ilva (non una parola a tutela della città sulla deplorevole decisione del Governo di spostare 150 milioni di euro dalle bonifiche alla produzione col ciclo attuale), degli atteggiamenti accondiscendenti dei Consiglieri comunali della destra nel lavoro nelle Commissioni”.
Per Mattia Giorno, ex assessore comunale e dirigente del Pd, “la politica del ribaltone è ufficiale. Non è solo il tradimento politico degli elettori di centrosinistra ma anche l’uso strumentale di un evento storico come quello delle BRT dato in pasto a Salvini e la Lega per la campagna elettorale”.
A Melucci, infine, Francesca Viggiano, vicepresidente Pd ed ex assessora, rimprovera il fatto che non è stata fatta “una parola da parte dell'amministrazione sul pregresso, sul lavoro portato avanti dal Partito Democratico e anche dalla Regione Puglia. La cosa più ridicola – conclude - è che persino Salvini (forse avrà capito che Melucci è politicamente mobile come la donna del Rigoletto che muta d'accento e di pensier) ha detto chiaro e tondo che la vicinanza politica tra lui e Melucci si ferma agli autobus.  In pratica, grazie per avermi fatto tagliare il nastro in campagna elettorale ma evitiamo di stare troppo vicini”.

Pecoraro Hair Beauty
Pecoraro Hair Beauty
Pecoraro Hair Beauty
Autogamma
Autogamma
Autogamma
Franky
Brace e Sapori
G-tek s.r.l.
CM-TS S.R.L.
MAD. S.R.L.
BUILD ENGINEERING
STONEG S.R.L.
Flaminia