Sabato, 03 Dicembre 2022

    Gemellaggio Taranto-Sparta, Bellacicco: «il sindaco Stefàno faccia presto o perderemo i finanziamenti»

    «Sul gemellaggio Taranto-Sparta urge la delibera del comune di Taranto in risposta alla già avvenuta deliberazione favorevole del comune di Sparta o rischiamo di perdere i finanziamenti previsti dalle norme europee per i gemellaggi e gli scambi culturali». A lanciare il monito è Marcello Bellacicco, referente del Centro Culturale Filonide.

    Lo scorso dicembre si è recato insieme alla sua famiglia a Sparta ospite dell'amico e collega Mario Tzortzakis, consigliere comunale e presidente della commissione consiliare gemellaggi della città greca. «Durante il mio soggiorno ho portato i miei saluti da cittadino tarantino al consiglio comunale su invito (in verità inaspettato) del sindaco e dei consiglieri. - racconta Bellacicco- In quella sede ho avuto modo di approfondire lo stato dell'arte del gemellaggio Taranto-Sparta».
    La richiesta è partita dal comune di Taranto su proposta del sindaco Ezio Stefàno ed appoggiata dalle associazioni locali il 6 novembre 2014. Indirizzata al sindaco di Sparta, la proposta di gemellaggio è stata accolta all'unanimità l' 8 dicembre 2014 dal consiglio comunale di Sparta e rispedita al comune di Taranto per l'approvazione finale da parte del consiglio comunale tarantino che, ad oggi, non è ancora stato riunito.
    «Quello che però pochi sanno è che l'iter gemellare deve necessariamente concludersi entro il 28 Febbraio – spiega Marcello Bellacicco- perchè oltre quella data cessa la possibilità di accedere ai finanziamenti europei previsti per i gemellaggi che prevedono lo stanziamento di 150.000 euro iniziali a favore delle due città e la possibilità di accedere ad ulteriori finanziamenti ben più corposi per futuri progetti comuni, molti dei quali sono in avanzata fase di progettazione».
    Bisogna dunque fare presto. «Se Taranto non vuole perdere questa straordinaria possibilità culturale ed economica, - prosegue- il sindaco Stefàno deve impegnarsi in tal senso e concludere quanto prima l'iter gemellare che egli stesso ha avviato. La cittadinanza tutta confida nel buonsenso e nella lungimiranza della giunta comunale per questa occasione storica che – conclude- non possiamo permetterci di lasciar sfuggire».

    Sulla questione seguiranno opportuni approfondimenti al fine di avviare un confronto con l'amministrazione comunale.

    Vota questo articolo
    (3 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati