Lunedì, 23 Maggio 2022

    L’on. D’Amato presenta un esposto in procura: “Lo Stato tarda a individuare chi inquina a Taranto”

    L’on. Rosa D’Amato ha presentato un esposto in Procura a Taranto. Secondo l’europarlamentare dei Greens, lo Stato italiano, occupandosi direttamente di bonifiche grazie al T.U. ambientale, anticipa soldi pubblici per tutelare la salute dei cittadini ma a giudizio della D’Amato c’è un’inerzia da parte della pubblica amministrazione nell’individuare i responsabili delle contaminazioni di alcuni siti locali, quattro al quartiere Tamburi, il cimitero di San Brunone e il Mar Piccolo. L’esponente dei Greens ravvisa i reati di omissione di atti d’ufficio e sperpero di denaro pubblico così come indicato anche nell’esposto. Nonostante le sollecitazioni risalenti al 2017 e al 2020, anche da parte del ministero dell’Ambiente, i responsabili ancora non ci sono e per questo si richiede l’intervento della magistratura.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur3.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati