Domenica, 29 Gennaio 2023

    Il Taranto impone il pari al Cerignola. Primo punto esterno per i rossoblù

    A.CERIGNOLA-TARANTO 0-0
    A.CERIGNOLA (3-5-2): Saracco; Blondett, Capomaggio, Ligi; D’Ausilio, Sainz-Maza 34’ st Neglia), Langella (27’ st Achik), Ruggiero (27’ st Tascone), Russo; Malcore, D’Andrea. A disp.: Fares, Trezza, Olivera, Bianco, Allegrini, Inguscio, Botta, Farucci, Basile, Vitali. All. Pazienza.
    TARANTO (3-5-2): Vannucchi; Evangelisti (9’ st Vona), Antonini, Manetta; Mastromonaco, A.Romano, Mazza, Chapi Romano (1’ st Raicevic), Ferrara (41’ st Formiconi); Guida, La Monica (34’ st Panattoni). A disp.: Loliva, Martorel, Infantino, Granata, Maiorino. All. Capuano.
    ARBITRO: Marco Monaldi di Macerata. Assistenti: Khaled Bahri di Sassari e Glauco Zanellati di Seregno. Quarto ufficiale: Valerio Vogliacco di Bari.
    NOTE. Ammoniti: Blondett (C), Sainz- Maza (C), Mastromonaco (T), D’Ausilio (C), Guida (T). Angoli 7-2 per il Cerignola. Rec. 2’ pt; 4’ st


    Reti bianche tra Cerignola e Taranto che si dividono la posta dando continuità al proprio cammino in campionato. Per i rossoblù si tratta del primo risultato utile in trasferta di questa stagione. Al “Monterisi” Capuano è condizionato dall’emergenza (sei le assenze), ma non rinuncia al 3-5-1-1. Sulla mediana le novità Mazza e Chapi Romano; in attacco La Monica viene preferito a Infantino. A sinistra recuperato in extremis Ferrara.
    Un po’ di turnover, invece, per Pazienza che tiene a riposo Tascone, Botta, Neglia e Achik. Come modulo sceglie il 3-5-2 giocando praticamente a specchio. Primo spunto al 4’ con D’Ausilio che entra in area ma spedisce direttamente sul fondo. Il Cerignola mantiene l’iniziativa, il Taranto bada soprattutto a contenere senza mai affacciarsi dalle parti di Saracco. Ritmi compassati ma al 13’ Cerignola vicino al vantaggio con il quasi autogol di Chapi Romano che devia sulla traversa su un cross basso di D’Ausilio. Le due squadre non riescono ad accelerare e la gara non decolla. Al 36’ si fa pericoloso il Cerignola con una sventola di Ruggiero dalla distanza, palla che sfiora il palo a Vannucchi battuto. 0-0 all’intervallo. Il Taranto torna in campo con Raicevic al posto di Chapi Romano (Guida diventa mezzala) e l’intenzione di Capuano di provarla a vincere, come accaduto contro la Juve Stabia. Esce anche Evangelisti sostituito da Vona. Al 13’ primo tiro della partita da parte del Taranto con Guida che si coordina male alzando troppo la mira. Passano 2’ e il Cerignola potrebbe colpire ma è bravo Mazza a chiudere su Malcore. Cresce la pressione dei gialloblù vicini al gol al 19’: invito lungo di Sainz-Maza per l’occorrente Russo che spara sull’esterno della rete. Trema il Taranto al 25’ salvato ancora dalla traversa questa volta su tiro di D’Andrea. È un buon momento per il Cerignola e anche Malcore va ad un passo dal vantaggio con un destro respinto dal reattivo Vannucchi. Pazienza ridisegna il Cerignola con alcuni cambi (subentrano Achik e Tascone e Neglia) per tentare di sbloccare la gara. Capuano risponde con Panattoni per La Monica. Break del Taranto al 39’ con la palla in mezzo di Mastromonaco sulla quale non ci arrivano Raicevic e Panattoni. Esordio per il neo arrivato Formiconi che rileva Ferrara. Nel finale forcing del Cerignola ma il muro del Taranto tiene e il pari è in cassaforte.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    pecorarh.jpg
    natur4.jpg
    ermese2.jpg
    autogammasud.jpg
    franky_2.jpg
    gteck_wall.jpg
    mad-srl.png
    cmts_new3.jpg
    buld_sc.jpg
    stoneg.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati